LA LUCE NON SI FERMA.. E’ IL RITO DELLA LUCE CHE RISCHIARA CATANIA!!LA BELLEZZA NON PUO’ ESSERE OSCURATA!!

Ogni anno Antonio Presti, mecenate della bellezza, regala alla citta’ di Catania un ” simbolo di bellezza” .. e come ogni anno, anche in questo 2014 si e’ tenuto il  RITO DELLA LUCE..
o meglio, rettifichiamo, si doveva tenere  per  4 giorni presso l’istituto VESPUCCI di Catania.
I vigili del fuoco, dopo una ispezione il secondo giorno della manifestazione, hanno ritenuto prericoloso per l’incolumita’ delle persone… e ne  hanno bloccato lo svolgimento!!
 Un invito verbale da parte dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Catania che hanno ritenuto pericolosi i lumini disposti a terra.

 Carmen Pittera, preside dell’Istituto Vespucci di Catania, amareggiata, a poche ore dall’ispezione dei Vigili del fuoco che hanno invitato in maniera informale i dirigenti dell’istituto all’interruzione del Rito della Luce che ha avuto inizio ieri 18 dicembre e che si sarebbe dovuto concludere domenica 21 ci racconta:

 La manifestazione da tre anni a questa parte attraverso candele e lumi si è proposta di illuminare non soltanto vari ambienti della città, ma anche e soprattutto i cuori di chi vi prendeva parte in modo tradizionale e genuino.8975_818272301567178_8783564954094090778_n 9492_818275234900218_9023664528422552382_n 14292_818275311566877_602426425115185761_n 988960_814548765272865_984191642715894681_n 1378384_817038845023857_5149347249247604559_n 1378384_817038868357188_4517328762795264217_n 1395351_817038815023860_149168746868937549_n 1507154_818274771566931_1723146727546767953_n 1508528_814549355272806_2444655732815516853_n 1531632_818272164900525_4424120053186617994_n 1536595_818274788233596_7891329726209903842_n 1653461_814548378606237_4987089386709331610_n 1743668_818274874900254_4548742731619816657_n 1970400_814549231939485_4262749860484572233_n 10155633_818272901567118_4519809986799996263_n 10171281_818274348233640_8632219115890036098_n 10247403_814549118606163_5732052178070507176_n 10255361_818272121567196_8820742659414880170_n 10313188_818272088233866_5145295744406770291_n 10377094_814549268606148_6210246777317360530_n 10398684_818274361566972_5705843300829123588_n 10399427_817039475023794_2840065022775666707_n 10408833_818274644900277_71207281148909608_n 10417561_818272408233834_6813741870714535747_n 10417565_818272758233799_8727078032544036173_n 10428614_818275018233573_7613125406441293811_n 10500366_818272831567125_5282086179056729439_n 10636310_818272044900537_1658443968768342974_n 10689631_818271944900547_3421649032485496492_n 10846137_817038768357198_3574857213663121450_n 10846458_814548455272896_7919446880568185182_n 10847886_818272304900511_8010094021481465921_n 10849722_818272648233810_2836412276356368687_n 10849728_818274714900270_7370113271366703488_n 10849817_818274468233628_4794215425358035094_n 10850196_818272018233873_4822015079646714148_n 10850197_817038831690525_7819262679663524565_n 10857720_818272864900455_6810167581762657405_n 10858522_818272394900502_872181358831737779_n 10868205_818275131566895_1748421122988959969_n 10868290_818274574900284_7024840701428518056_n 10881657_818271978233877_2623228787814489899_n 10881846_818271951567213_4743292515462569281_n 10882086_818274708233604_7940966065350096184_n 10882359_818280048233070_449125533209790908_n

Mai come in questo momento il mondo ha bisogno di una luce rigeneratrice, grazie al Rito la scuola torna ad essere quel luogo sacro e inviolabile che sviluppa la coscienza dei bambini”.

“Avevamo avvisato noi stessi il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco,  rispettiamo il punto di vista dei Vigili, ma è doveroso sottolineare che ogni passo della manifestazione è stata ben studiata dagli organizzatori per garantire la sicurezza di tutti”. A scuola infatti oltre a piazzare vari estintori erano stati assegnati dei turni di sorveglianza per tutelare l’incolumità.

“Oltre 200 associazioni, in ben 50 scuole hanno preso parte, da ogni angolo di Catania e della sua provincia, non possiamo deludere i nostri bambini. In questo modo dopo mesi e mesi di lavoro che messaggio diamo ai nostri figli?”.

Antonio Presti molto deluso, ribadisce:” Rispetto le idee di chi ha impedito tutto questo ma sono perplesso e mi sorprendo per il fatto che il veto sia arrivato la seconda sera del Rito, dopo ben tre edizioni. Un Rito che è stato definito pericoloso per l’incolumità civile, dopo il consenso di tutta la città, che si è stretta intorno a quest’iniziativa con tanta generosità. Quando vuoi proteggere la bellezza spesso c’è resistenza per il valore di differenza. Tutto questo certamente mi ha ferito, così come ha ferito gli artisti e tutti i bambini coinvolti: perché bloccare una manifestazione catartica, che in questo momento può far riscoprire l’universalità dei valori, è come mortificare un’anima pronta a rigenerarsi. Tutto ciò ovviamente non fa altro che confermare il mio impegno per la città, per i cittadini, per le scuole, le associazioni, i bambini e gli artisti che hanno trovato nel Rito il loro percorso di nutrimento dello spirito. Il rito rinascerà presto in altro luogo di bellezza. La luce non si spegne, non c’è rabbia che la possa oscurare”.

E SPERIAMO CHE   PER LA PROSSIMA EDIZIONE NON CI SIANO OTTUSE BUROCRAZIE A FAR FERMARE LA BELLEZZA!!
GRAZIE ANTONIO…
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...